Il gruppo Böhler Uddeholm

CENNI STORICI

1991

Nel 1991 il gruppo Austriaco Böhler e quello Svedese Uddeholm si fondono nel gruppo Böhler Uddeholm, facendo così nascere il più grande produttore di acciai da utensile a livello mondiale, con una rete di distribuzione specializzata negli acciai speciali. Il 10 maggio del 1991 viene costituita come casa madre del gruppo la Böhler - Uddeholm AG con sede a Vienna.

1992-1994

Quale risultato di una ristrutturazione integrale, il gruppo realizza nel 1994 tutti gli obbiettivi commerciali. Fino a questo punto, Böhler - Uddeholm AG è al 100%propietà della Österreichische Industrieholding AG (ÖIAG, "Austrian State Holding Corporation") e di conseguenza di propietà della repubblica austriaca.

1995

In aprile la Böhler - Uddeholm AG nell'ambito di una iniziale offerta pubblica viene quotata alla borsa di Vienna. La ÖIAG riduce la sua quota di partecipazione alla Böhler - Uddeholm AG al 72,7% e pertanto il 27,3% del capitale sociale entra in possesso di azionisti internazionali e austriaci. Dal punto di vista economico il 1995 è tra quelli con il migliore risultato, sia per quanto concerne il fatturato che per i rilevanti risultati ottenuti.   

1996

Successivamente a una seconda offerta pubblica la ÖIAG riduce la  quota minoritaria della Böhler Uddeholm AG al 25% e pertanto il disavanzo rimane del 75%. Da questo momento, Böhler Uddeholm si concentra esclusivamente sui prodotti di maggior importanza quali: acciai ad elevate prestazioni, nastri di precisione, prodotti per saldatura e forgiati speciali. La divisione dei prodotti per saldatura è stata inglobata tramite una joint venture con la Thyssen Stahl AG, della quale Böhler Uddeholm detiene il 50% delle azioni.

1997-1999

Dopo la fase di consolidamento il cammino della Böhler Uddeholm prosegue con acquisti e investimenti mirati. Infatti acquisisce il produttore di nastro austriaco Martin Miller e il business dell'acciaio rapido della società US Allegheny Teledyne Group. Molti altri investimenti vengono fatti per l'acquisto di impianti di rifusione sottoscoria in Austria e in Svezia e in un nuovo capannone a Kapfenberg per la produzione di acciai prodotti con la metallurgia delle polveri. Per il suo genere questo impianto è il più moderno al mondo.

2000

Il nuovo impianto di colata sottovuoto di Kapfenberg entra in funzione. Grazie alla ristutturazione negli anni passati e alla conseguente riduzione dei costi ed all'incremento della produttività come pure alla politica di crescita la Böhler Uddeholm  può utilizzare la buona situazione congiunturale a livello mondiale e raggiungere così dalla costituzione del gruppo i massimi valori sia di fatturato che di risultato.

2001

L'economia globale viene ulteriormente danneggiata a seguito dell'attacco terroristico dell'11 settembre in America e dalla successiva guerra in Afghanistan. Tuttavia la Böhler Uddeholm può registrare un nuovo anno record. Il gruppo rafforza successivamente le attività di approfondimento per quanto riguarda il valore aggiunto (macchinari, trattamenti termici, aquisizione dei rivenditori locali). Un gruppo di azionisti privati austriaci acquista il 25,1% del capitale sociale e pertanto diventa il maggior azionista.

2002

L'economia globale mondiale peggiora sensibilmente nel corso dell'anno, in conseguenza anche il gruppo Böhler Uddeholm registra una diminuzione del fatturato e del guadagno. Viene rafforzata la rete di vendita nell'area asiatica, viene stipulata una joint venture con la società di saldatura italiana Fileur S.A. e viene aquistato il 50% della società danese Dan Spray A/S. Il suo programma di riacquisto delle azioni con 504,900 delle proprie azioni che sono il 4,9% sul totale.

2003

In primavera il gruppo Böhler Uddeholm AG acquista il 50% della BTS dal gruppo ThyssenKrupp e con questo detiene la società Schweiss Technik al 100%. Questo rafforza la divisione Welding consumable e migliora il fatturato e la profittabilità di tutto il gruppo Böhler Uddeholm. In novembre la ÖIAG vende il 25% della sua partecipazione a Böhler Uddeholm AG grazie ad una seconda offerta pubblica tramite la borsa. Questa offerta di 2 milioni 750 mila azioni viene quasi quadruplicata. Dal 25 novembre Böhler Uddeholm è una società completamente privatizzata. Nel dicembre Böhler Uddeholm sottoscrive un contratto per l'acquisizione della quota di maggioranza della Villares Metals S.A. Brasile.

2004

Böhler Uddeholm registra il miglior anno dalla fondazione del gruppo; fatturato e risultati raggiungono i valori storici più alti. Il gruppo utilizza la buona congiuntura in quasi tutti i mercati più importanti e inoltre trae profitto dall'acquisizione della Villares Metals S.A. (Brasile)sottoscritta in marzo. Questa società di acciai speciali è leader sul mercato sudamericano per acciai da utensile, rapido, acciai per valvole e apporta un significativo rafforzamento della divisione High Performance Metals. Inoltre le organizzazioni commerciali e le officine del gruppo sopratutto in Asia e in Est Europa vengono ulteriormente incrementate. Il valore di ogni singola azione del gruppo raggiunge in assoluto il valore più alto pari a Euro 92,28.

2005

Böhler Uddeholm raggiunge nuovamente valori record nel fatturato, nei risultati e nel portafoglio ordini. A fine giugno verrà concluso l'acquisto dell'acciaieria Buderus AG (Germania) che rappresenta una significativa pietra miliare per la crescita del gruppo. Inoltre a fine ottobre verrà ultimata l'acquisizione della Avesta Welding AB. Böhler Uddeholm apre in Russia, Polonia, Romania e Cina nuove filiali commerciali e all'inizio di giugno sottoscrive con successo un aumento di capitale come pure la vendita di azioni proprie. La transazione abbraccia complessivamente 2.351.900 azioni di cui 1.750.000 azioni derivanti dall'aumento di capitale, 451.900 azioni proprie e 150.000 azioni quali Greenshoe dal possesso della Böhler Uddeholm Industrieholding Gmbh. Attraverso l'aumento di capitale il posizionamento della Böhler Uddeholm si attesta attorno all'80%. Ancora una volta si registra il valore massimo storico toccato per una singola azione pari a Euro 142,99.  

2007

Il gruppo voestalpine AG di Linz, leader europeo dell'industria siderurgica, nell'ottica di un rafforzamento del proprio posizionamento sul mercato, acquisisce il gruppo Böhler Uddeholm AG di Vienna. Böhler Uddeholm diviene la quinta divisione del gruppo, specializzata negli Acciai Speciali, che si affianca alle quattro divisioni preesistenti, Acciai, Ferroviario, Profili e Automotive, e, nel 2011, assume la nuova denominazione di voestalpine Edelstahl GmbH.